LISE – Laboratorio Italiano Storia Economica

Dalla Cattedra di Storia economica, istituita presso la Scuola di Lettere, Filosofia e Lingue, già Facoltà di Lettere e Filosofia, dell’Università degli Studi Roma Tre, nel 2014 nasce il “LISE – Laboratorio Italiano di Storia Economica”, che riunisce un gruppo di studiosi intorno a comuni metodologie e ambiti di ricerca scientifica.

Il tradizionale approccio metodologico della storia economica italiana, arricchito dal contatto con gli insegnamenti della scuola delle Annales, in stretto dialogo con le discipline storiche e con gli strumenti della ricerca archivistica ad esse propri, è declinato all’interno del LISE in costante confronto con le scienze sociali e in particolare con la geopolitica e con le scienze economiche, intese nella loro più vasta accezione, dall’economia politica, alla storia del pensiero economico e alla politica economica fino all’econometria.

Nato in un periodo di profonda crisi economica, sociale, politica e culturale, il LISE propone un approccio umanistico allo studio della storia economica, rifiutando uno schema interpretativo esclusivamente quantitativo, nonché la separazione artificiosa spesso instaurata tra l’analisi dei processi e delle teorie economiche e il contesto culturale in cui essi sono germogliati. Il LISE propone un rilancio degli studi rivendicando l’applicazione del metodo storico allo studio dei processi economici in un’ottica spiccatamente interdisciplinare, aprendo alla collaborazione con il vasto insieme delle scienze sociali, umane, giuridiche e politologiche, con l’obiettivo di comprendere le società umane nel loro complesso, sfaccettato divenire.

A questa visione interdisciplinare della ricerca in storia economica si affianca una dimensione temporale, che privilegia la lunga durata e un ampio campo d’indagine, dall’antichità all’età contemporanea, nonché una visione comparativa e trans-nazionale dei fenomeni storici, che porta a privilegiare letture trasversali, nel tempo e nello spazio, e momenti d’incontro e di confronto con studiosi appartenenti a differenti tradizioni, scuole e traiettorie di attività scientifica. Il LISE si propone pertanto di sviluppare nuovi percorsi di ricerca nell’ambito della storia economica con una spiccata propensione multidisciplinare e internazionale.

Tra gli ambiti di ricerca che accomunano i membri del LISE troviamo la storia delle relazioni internazionali, la storia economica, la storia moderna e contemporanea. Le attività del LISE si suddividono in quattro tipologie, differenti tra loro ma strettamente connesse e complementari: la didattica universitaria; seminari, incontri e workshop tematici; pubblicazioni scientifiche; progetti di ricerca individuali e comuni.

Un altro scopo del LISE è quello di organizzare una serie di seminari, conferenze, incontri e workshop al fine di favorire l’approfondimento di alcuni temi storiografici e di attualità e promuovendo l’incontro di studenti, dottorandi, ricercatori e docenti di diverse nazionalità.

I membri del LISE producono autonomamente pubblicazioni di vario genere, che vengono regolarmente condivise all’interno del Laboratorio con l’obiettivo di sviluppare un confronto costruttivo, attraverso analisi critiche che stimolano, nei diversi ambiti di ricerca, una continua tensione al miglioramento. All’interno del laboratorio, confrontare esperienze e pubblicazioni appartenenti ad ambiti di ricerca spesso distanti tra loro non costituisce un limite, bensì un valore aggiunto. I risultati scientifici di tali percorsi di ricerca danno vita alla serie dei working paper del LISE. In questo modo, i membri del Laboratorio portano avanti i loro progetti di ricerca, sia individuali che comuni, in completa autonomia, ma non in solitudine.

L’eredità intellettuale di Luigi De Rosa, grande storico dell’economia italiano, costituisce parte fondante dell’identità del Laboratorio. Tale eredità è costituita, materialmente, dal Fondo Luigi De Rosa, consistente in circa mille volumi inerenti la storia dell’economia sia italiana che internazionale, conservati presso l’Università degli Studi Roma Tre. Inoltre, la rivista internazionale di storia economica Journal of European Economic History, fondata da Luigi De Rosa nel 1972, costituisce un secondo punto di riferimento imprescindibile per il LISE.

Infine, data la sua spiccata propensione internazionale, il LISE aderisce ad una molteplicità di reti e network scientifici, tra i quali si annoverano Red Columnaria e NETCOR (Network for the Analysis of Corporatism and Organized Interests).